Passaturi
  MENU

"Presi per la gola" in masseria

  • 08/09/2014
  • Maria Teresa Acquaviva
  • Eventi
  • 0

Visita guidata, cibo genuino e teatro

Lo staff dell'Associazione culturale Passaturi Vi invita a trascorrere insieme domenica 14 settembre, nello splendido scenario architettonico e paesaggistico di Masseria Stabile, nella campagna di Martina Franca in Valle d'Itria.

Programma

Dalle ore 12.00 accoglienza in masseria e tempo libero fino al pranzo.

Ore 13.30 "Storie di Brunch in masseria" a cura di Titti Semeraro e Raffaella Portulano . Brunch è l'unione tra breakfast e lunch, emblema della mutazione alimentare nella "inconsapevolezza" del ritorno alle origini.  Questo momento vede trionfare l'autenticità di un tempo appena passato. Con amichevole confidenza ci si serve  vicendevolmente, si mangia in piedi, seduti, gustando sapori di pietanze e verdure che raccontano la campagna appena ieri, con storie di latifondi, di massari e di pastori. La sostanza prende il posto dell'apparenza in una cornice di suggestiva bellezza.

GREEN BRUNCH:

tarallini con ricotta e pomodorini seccati;

gazpacho delicato con pane lievito madre;

insalata di grano "senatore Cappelli" e verdure dell'orto brasate;

plumcake di caprino e bietola;

fave e peperoni fritti;

orecchiette al sugo profumato;

polpette alla contadina;

delizie dell'orto su crostini aromatici;

parmigiana;

frutta di stagione;

dolcetti e caffè.

Ore 15.00 visita guidata

Il complesso masserizio è di origini cinquecentesche ma con aggiunte di volumi architettonici fino alla fine del XVIII secolo. Il sito è di rilevanza storica non solo per la tipologia della masseria e per la storia ma anche perché è appartenuta a una delle famiglie più importanti della storia martinese, gli Stabile di cui si ricorda monsignor Francesco Saverio Stabile (1706-1788), che fu canonico dell'allora Collegiata di San Martino e poi vescovo di Venafro.  La masseria è classificabile tra le tipologie "a corte" a cui si accede da un elegante portale su cui è riportata la data 1568. Al di fuori della corte si dispongono una serie di trulli servizi, tra cui le stalle e un particolare pagliaio. Anche una graziosa chiesa al cui interno  si conservano  dipinti a tempera del XVII, tra cui una Addolorata, una Deposizione fra Santi e sulla volta un Cristo alla colonna. Tutt'intorno  il paesaggio tipico della Valle d'Itria, con lembi di bosco, trulli, vigneti e orti. A far da cornice anche alte colline che formano una barriera a sud della masseria.

Ore 16.30 spettacolo teatrale in vernacolo dal titolo "Mamma megghie ce crosce ce se mange iuosce!"

L'esilarante spettacolo italo-dialettale avrà come protagonista Silvana Topin, giovane attrice autoctona, santemarchese come ama definirsi, ossia residente nella Contrada San Marco di Locorotondo. Silvana Topin è un'attrice di teatro in vernacolo, che da anni diffonde la cultura popolare in chiave ironica, usi e costumi tipici, quotidiani e festivi, compreso anche le usanze culinarie della Valle d'Itria e il tradizionale pranzo domenicale. Quale migliore accompagnamento musicale se non uno strumento della tradizione popolare, l'organetto, che ha sempre allietato feste dopo il raccolto, ricorrenze e gioie familiari e, naturalmente , i pranzi domenicali.  Lo suonerà Graziana Micele, giovane musicista di Locorotondo.

Informazioni utili

Accoglienza in masseria Stabile dalle ore 12.00 (vedi mappa).

Ore 13.30 Green Brunch.

Ore 15.00 visita guidata in masseria.

Ore 16.30 spettacolo teatrale.

Abbigliamento "a cipolla", alle signore si consigliano le scarpe basse.

Si consiglia di portare inoltre la macchina fotografica per la bellezza dei paesaggi.

Costo individuale: 20 € - sconto per le famiglie.

Prenotazione obbligatoria al numero 3205753268 entro, e non oltre, le ore 20.00 di venerdì 12 settembre.

Responsabile organizzativo: Maria Teresa Acquaviva.

 


Lascia un commento

  Invia commento


NOTA BENE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato