Valle d'Itria
  MENU

Al crepuscolo, andar per arte a Monopoli

  • 04/10/2016
  • Maria Teresa Acquaviva
  • Events
  • 0

Domenica 9 ottobre Passaturi Vi propone un'interessante passeggiata dedicata alla città vecchia di Monopoli, città d'arte sul mare adriatico, tra vicoli, edicole e tanti scorci caratteristici, dal tramonto a sera inoltrata. Dal barocco sontuoso della Cattedrale ai tanti secoli di storia del Museo Diocesano, alle tracce di fortificazione della città fino al Castello di Carlo V.  La visita guidata sarà condotta dal prof. Cosimo Lamanna, studioso del territorio.

Info
Appuntamento alle ore 17.30 a Monopoli in Largo Plebiscito (c/o Comune di Monopoli).
La puntualità è gradita, nel rispetto di tutti.
Ore 17.50 inizio itinerario di visita.
Contributo a persona comprensivo di visita guidata e biglietto al Museo Diocesano è di 8 euro. Sconto alle famiglie. Fine itinerario ore 21.00.
Posti limitati.
E' obbligatorio prenotare entro, e non oltre,  le ora 18 di sabato 8 ottobre al n. 320.5753268.

Qualche dettaglio sull'itinerario di visita
La visita guidata è dedicata al patrimonio artistico della città che riguarda un arco temporale lungo secoli. Si parte dalla meravigliosa Basilica Cattedrale Maria S.S. della Madia del 1742 edificata sui resti della chiesa romanica dell'anno Mille. Un sontuoso edificio barocco che all'interno stupisce e abbaglia i visitatori con i sui marmi policromi. Quadri, altari imponenti e statue, compresa la sacra icona bizantina della Madonna della Madia, che approdò miracolosamente, secondo la tradizione, sulle coste monopolitane su una zattera costruita con pino d'Aleppo, il cui legname servì per terminare il tetto della cattedrale romanica.  Nella sede dell'ex Seminario Vescovile si visiterà il Museo Diocesano, ricco di opere di rilievo tra cui anche tele  di Paolo Finoglio, di Paolo Veronese, Andrea Miglionico e Francesco Vecellio per citarne alcuni. La Charta navigationis monopolitana del XVI secolo, la Stauroteca del XI-XII secolo,  reliquiraio della Croce in argento dorato di atelier italo-bizantino e tanto altro.

Non distante altra meta serale è la Chiesa di Santa Maria del Suffragio. All'interno imponente è l'altare maggiore di pietra e di gusto leccese.  Si conservano opere dei pittori Paolo De Matteis e Domenico Carella.  Il tema che aleggia è naturalmente quello della Morte come livella in tanti simboli che si scorgono sparsi, tema che culmina con la visita alle mummie dei Confratelli trovati nei sepolcreti della Chiesa e poi esposti.

Poi comincia una suggestiva passeggiata che solo una città di mare può riservare, sperando in una tersa e mite serata autunnale. Seguendo Via dei Mulini si potranno ammirare resti di mura difensive, torri, l'antico fossato e il Castello edificato nel XVI secolo per volere di Carlo V. Poi altri vicoli, edicole votive, palazzi signorili, tra cui Palazzo Palmieri, sede di set televisivi, Vico del Vento e tanto altro.

 



Leave a comment

  Send


PLEASE NOTE: your comment will first be moderated and if deemed appropriate published