Passaturi
  MENU

Il rito delle Nove Lampade dedicato a Gesù Bambino

Si rinnova ogni anno la tradizione della Novena a Gesù Bambino, un rito molto antico introdotto dai frati domenicani a Martina Franca.

 Nei nove giorni precedenti Natale, a partire dal 16 dicembre, quando è appena l'alba nella Chiesa di San Domenico si venera  la nascita del Redentore ogni mattina, per nove giorni, con canti e preghiere,  accendendo ogni giorno una lampada su di un apposito candelabro presso l'altare maggiore, significando con ciò la Luce che viene nel mondo. Trattasi di una devozione antica sempre molto affollata di fedeli che probabilmente non ha simili nel territorio circostante, in quanto la sua peculiarità, oltre alla celebrazione nelle prime ore mattutine, è per l'appunto il candelabro rituale impiegato che ricorda molto la "menorah" ebraica, e l'altrettanto numero rituale delle lampade, il nove, dato dalla moltiplicazione al quadrato del tre simbolo della Trinità. Durante la novena, altra singolarità è la recita delle cosiddette "antifone O" anche "antifone maggiori", i cui versetti iniziano tutti con l'invocazione "O" , per esempio "O sapienza di Iesse...", "O germoglio di Davide...." che i presenti rivolgono al Gesù Bambino nascente.

 


Lascia un commento

  Invia commento


NOTA BENE: il tuo commento verrà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato