Passaturi
  MENU

Al calar del sole, incantesimi di barocco a Martina Franca

  • 12/07/2016
  • Maria Teresa Acquaviva
  • Eventi
  • 0

Martina Franca è bella sempre, ma visitarla in estate è ancora più bello.  Si svolge in questo periodo il Festival della Valle d'Itria e non è insolito, mentre si passeggia, che da qualche finestra aperta giungano gorgheggi o ariette intonate da tenori e soprani mentre si esercitano, un'arte canora che si fonde, esaltandola, con l'arte barocca e rococò di chiese e palazzi.  Per questo vi invitiamo venerdì 22 luglio a camminare con  Passaturi nella città vecchia.  Si incomincia al calar del sole quando il  tramonto accentua le dorature tipiche della pietra calcarea locale, plasmata dagli scalpellini in preziosi mascheroni, balaustre, cornicioni, ghirlande, volute, angeli  e fiaccole.

Partendo dallo scenografico accesso al centro storico, la Porta di Santo Stefano, sul cui  fastigio domina la statua equestre del Santo Patrono Martino di Tours, la visita prosegue con il Palazzo Ducale, dove sono di nuovo ammirabili le tempere del pittore Domenico Carella,  appena restaurate.  La Basilica di San Martino, al cui interno sono custodite opere di autori autorevoli, la grazionsa Chiesa del Monte Purgatorio, le piazze storiche più importanti, l'antico rione di Montedoro,  la Via Cavour  dove vi è un susseguirsi di palazzi storici e il quartiere popolare La Lama.  Lungo il percorso è possibile ammirare i decori barocchi e rococò di chiese e palazzi che conferiscono alla città un carattere artistico omogeneo, perché presenti anche su architetture meno elitarie. E poi le case a corte, le corti popolari (gnostre), le edicole votive,  le torri  e le porte dell'antica cinta muraria.

Info
Appuntamento alle ore 18.45 in piazza XX Settembre, davanti alla sede dello IAT (Ufficio informazioni turistiche).
La puntualità è gradita nel rispetto di tutti.
Alle 19.00 partenza itinerario.
Contributo a persona 5,00 euro. I bambini fino a 12 anni  non pagano.
La prenotazione è obbligatoria al n.3205753268 entro, e non oltre, le ore 12.00 di venerdì 22 luglio

 



Lascia un commento

  Invia commento


NOTA BENE: il tuo commento sarà prima moderato e se ritenuto idoneo sarà pubblicato