la-via-degli-antichi-palmenti

Specchie, palmenti e paesaggi sconfinati – Domenica 22 ottobre

La Valle d’Itria  vanta una secolare storia legata alla produzione vitivinicola, che ha subito i cambiamenti del tempo passando da vino prodotto in famiglia ai vini prodotti in forme più imprenditoriali dei giorni nostri.
Questa tematica condurrà i camminatori di Passaturi.it, domenica 22 ottobre, a esplorare un’area molto panoramica della campagna tra Cisternino e Ostuni, alla scoperta di antichi, e per fortuna sopravvissuti, palmenti, i luoghi di vinificazione che nella civiltà contadina locale erano perlopiù in un trullo annesso ai trulli abitazione. In essi è ancora possibile riconoscere la vasca per la pigiatura, lo scivolatoio (la finestra che affacciava sul vigneto da cui si versava l’uva nella vasca), la cisterna in cui si raccoglieva il mosto, il focolare su sui il mosto si trasformava in vin-cotto e cotto, gli spazi dove si alloggiava il torchio e così via.
La prima tappa è contrada Panza con il suo antico villaggio semi-abitato, con trulli dalle forme arcaiche molto interessanti dove si conservano due interessanti palmenti, uno in una lamia e uno all’aperto.
Il cammino prosegue su colli panoramici, passando per una monumentale Specchia, in un’area archeologica,  per giungere, dopo un articolato percorso tra uliveti, bosco e vigneti,  a un raro palmento rupestre. Da qui seguendo un sentiero nel bosco si giunge a un belvedere sulla sconfinata Piana degli Ulivi, con un panorama sui porticcioli turistici, sul mare e, se il cielo è terso, sulla dirimpettaia costa albanese, meglio se provvisti di binocolo. La bucolica passeggiata prosegue per giungere in contrada Acquarossa che conserva intatti molti servizi un tempo comunitari,  come il forno, il palmento e l’aia.

Info:
Incontro alle 9.30 in Piazza dei navigatori a Cisternino, davanti al Teatro Paolo Grassi.
Il percorso è ad anello di circa 6 Km e mezzo.
Per la bellezza dei luoghi si consigliano macchina fotografica e binocolo per le viste panoramiche.
Il cammino termina alle 13.00 circa.
Contributo a persona 6 euro. I bambini fino a 8 anni non pagano.
E’ obbligatoria la prenotazione entro, e non oltre, le ora 18 di sabato 21 ottobre inviando un messaggio al n. 320.5753268 o una email all’indirizzo info@passaturi.it, scrivendo un recapito telefonico.

Se ti è piaciuto questo articolo mi piacerebbe che tu lasciassi un commento oppure potresti condividerlo con i tuoi amici!

Commenti

Share on Google Plus

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *