12647348_1138393059534536_1202601842681969629_n

Cicerchie alla pizzaiola con cubetti di pane raffermo fritto

Ecco un’altra gustosa ricetta proposta questa volta da Lucia Maggio,  che lavora anche con l’Associazione Nazionale Cuochi a Domicilio ed è membro del gruppo facebook Pugliesi in cucina. Lucia ci propone un piatto della tradizione contadina con le cicerchie, legumi molto saporiti con una lunga storia che giunge dal Medio Oriente.  Un legume di cui si era quasi persa la tradizione, la cicerchia torna finalmente in voga per le sue proprietà nutrizionali, per la sua adattabilità a condizioni meteo e terreni anche difficili e per la sua bontà. Si coltiva di nuovo in varie aree territoriali della Puglia e con la cicerchia si possono realizzare molti piatti della cucina povera di un tempo, ora cucina tradizionale molto richiesta.

Le “cicerchie alla pizzaiola con cubetti di pane raffermo fritto” è il piatto povero che ci propone Lucia.

Ingredienti per 2 persone:
200 g di cicerchia
2 spicchi d’aglio
10 olive nere snocciolate
un cucchiaino di capperi
2 pomodorini anserta
peperoncino
olio EVO
pane raffermo.

Preparazione:
mettere per 8 ore in acqua fredda le cicerchie, trascorso il tempo cuocerle in una pignata di terracotta con uno spicchio di aglio. Quando le cicerchie sono cotte preparare un soffritto con lo spicchio d’aglio, i capperi, le olive e il peperoncino. Far insaporire per qualche minuto, aggiungere i pomodorini divisi a metà, proseguire la cottura e versare nella pignata delle cicerchie. In una padella, a parte,  friggere con olio EVO il pane raffermo a cubetti e servirlo con le cicerchie.

Se ti è piaciuto questo articolo mi piacerebbe che tu lasciassi un commento oppure potresti condividerlo con i tuoi amici!

Commenti

Share on Google Plus

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *